Tasti di Avvio Mac-Simone Montagnini

Simone Montagnini

Tasti di Avvio Mac

Avviare un Mac tenendo premuti uno o più tasti porta il computer in condizioni particolari: ecco le principali:

1) Avviare il Mac tenendo premuto C

Avvia il Mac da un CD o DVD inserito nel lettore. Se il CD/DVD contiene un disco di installazione di Mac OS X, da quest’ultimo si può effettuare il controllo del disco rigido, oltre che naturalmente installare o reinstallare, tutto o in parte, Mac OS X. Se il Mac è d’annata, può non riconoscere il comando; in questi casi, si usa Comando-Opzione-Maiuscolo-Canc.

2) Avviare il Mac tenendo premuto Comando-Opzione-O-F

Porta all’interno del firmware della macchina. Il firmware è una zona di memoria altrimenti distaccata dal resto del sistema, dove risiedono alcuni dati fondamentali per il funzionamento del computer. Si può impostare una password di firmware che impedisce l’uso del computer e non è aggirabile con un disco di installazione, per esempio (ma può essere azzerata cambiando la quantità di memoria installata sulla scheda logica e poi facendo un boot con ⌘-Opzione-P-R). L’ingresso nel firmware è da effettuarsi solo se c’è un motivo molto concreto e si sta molto attenti. Una mossa sbagliata e possiamo dare l’addio ai dati, e a volte pure al computer.

3) Avviare il Mac tenendo premuto Comando-Opzione-P-R

Azzera la cosiddetta RAM parametrica, una zona di memoria che non perde i suoi dati quando il computer viene spento. Può risolvere problemi legati all’errata lettura dell’autonomia della batteria, o quando in mancanza di collegamento Internet data e ora del computer impazziscono. Per azzerare la RAM parametrica, si tiene premuta la combinazione di tasti durante l’avvio fino a quando il computer fa bong e riparte. Continuiamo a tenere premuti i tasti fino ad avere ripetuto il bong cinque volte, poi finalmente lasciamo andare.

4) Avviare il Mac tenendo premuto Comando-S

Fa partire il Mac in single user mode, modalità utente singolo. Niente interfaccia grafica, solo una cascata di testo, come se avessimo scelto di vivere nel Terminale di Mac OS X. Serve solo per sistemare problemi grossi a chi ne sa molto. L’utente che ha il controllo del sistema in single user mode ha poteri maggiori di quelli che ha normalmente l’utente amministratore. Attenzione al fatto che in single user mode la tastiera è mappata sull’inglese americano e la disposizione dei tasti non corrisponde a quella che vediamo sulla tastiera. Il single user mode può essere utile per effettuare una riparazione del disco, con il comando /sbin/fsck -fy. Per evadere dal single user mode e tornare alla normalità, si dà il comando reboot.

5) Avviare il Mac tenendo premuto Comando-V

Fa partire il Mac nel cosiddetto verbose mode, modalità chiacchierona. L’ambiente è unicamente testuale e il computer, nel completare le operazioni di avvio, descrive maniacalmente tutte le singole attività effettuate, che sono decine e decine, dal caricamento dei driver ai test delle componenti del sistema e via dicendo. Un utente molto esperto può dedurre, da ciò che appare, l’origine di problemi dovuti a componenti che il sistema non “vede” oppure altri errori generali di configurazione. Per uscirne, va dato il comando reboot alla fine dell’avvio.

6) Avviare il Mac tenendo premuto Maiuscolo

È il cosiddetto safe boot, avvio sicuro. Il safe boot disabilita la maggior parte dei componenti accessori del sistema e carica solo le estensioni essenziali. Aiuta a individuare estensioni difettose (per esempio un driver di stampante). Il safe boot provoca in controllo della struttura delle directory sul disco di avvio. Certi componenti del sistema, dopo un safe boot, non funzionano (per esempio il lettore DVD o la scheda AirPort). La cosa è normale e tutto torna a posto dopo un riavvio normale.

7) Avviare il Mac tenendo premuto un tasto del mouse

Tenendo premuto il pulsante sinistro del mouse durante l’avvio, un eventuale CD o DVD presente nel lettore interno del Mac verrà espulso. A volte è utile per liberarsi di un disco che non viene più espulso a causa di un problema software.

8) Avviare il Mac tenendo premuto N

Avvia il Mac con un NetBoot, ossia da un sistema operativo presente sulla rete anziché sul Mac locale. Ovviamente la rete deve essere predisposta perché ciò possa avvenire.

9) Avviare il Mac tenendo premuto Opzione

Mostra i dischi dai quali è possibile l’avvio, ad esempio la partizione Boot Camp su cui è installato Windows.

10) Avviare il Mac tenendo premuto T

Avvia il computer nel cosiddetto Target Mode. In Target Mode il Mac si comporta come se fosse un disco rigido e mostra un gigantesco simbolo FireWire. Disponendo di un cavo FireWire adeguato, può essere collegato a un altro Mac e trattato alla stregua di un disco esterno. Può essere usato come trucco per tentare di installare Mac OS X su un sistema che, stando alle specifiche Apple, non sarebbe adatto. Naturalmente poi non è detto che Mac OS X funzioni davvero! Però così si aggira il divieto da parte dell’installer ufficiale.

11) Avviare il Mac tenendo premuto X

Su un vecchio Mac che ha installati Mac OS X e Mac OS 9, fa partire Mac OS X anche se le impostazioni di Disco di Avvio sono differenti. Non esiste una scorciatoia per fare lo stesso con Mac OS 9.